NEWS

0

Engagement, quando le email si impegnano.

Si impegnano a raggiungere il risultato, naturalmente, che è quello di attrarre, convincere, sedurre il vostro target. E per farlo, devono sapere come parlare, quali toni usare, ma soprattutto devono dire qualcosa che sia rilevante per chi legge.

Sostiene Davide Pozzi – http://www.tagliaerbe.com – che l’engagement è quel sentimento che prova chi riceve la nostra newsletter. Non saremmo riusciti a trovare una definizione più bella, convincente e assolutamente condivisibile. Così come condividiamo il post che Pozzi dedica a questo argomento sul suo Tagliablog (qui il testo integrale).
A quanto scrive Pozzi aggiungiamo solo il concetto di rilevanza, che risponde alla domanda che spesso ci viene posta sul numero di email che è opportuno inviare ad un cliente nel corso dell’anno. È rilevante far sapere ai nostri clienti austriaci che saremo presenti alla fiera di Hong Kong? Forse no. È rilevante far sapere ai nostri clienti che uno dei nostri prodotti sarà in promozione il prossimo mese? Forse sì. Ecco, la risposta a quante email dipende dal numero di notizie veramente rilevanti che saremo in grado di produrre nel corso dell’anno. Solo così eviteremo di finire tra lo spam di quel 47% di clienti che desidererebbero ricevere meno email.


Back to top