NEWS

2

Oggi lo shopping si fa così!

Un articolo di Giovanni Cappellotto sulle nuove tendenze dello shopping.
Il testo integrale lo trovate qui.

  • Cresce il desiderio di fare acquisti online. La maggior parte delle persone al di sotto dei 40 anni preferiscono fare acquisti online. Sono possibili delle eccezioni per beni come i vestiti che devi provare ed il cibo. Ma attenzione perché le differenze stanno sfumando ed i rivenditori sviluppano nuove soluzioni.
  • Aumenta la ricerca on-line prima dell’acquisto. La ricerca porta le persone a confrontare e creare liste dei desideri, senza essere spinte a comprare. Questa tendenza sta accelerando. Anche se si acquista in negozio, è probabile che tutto inizi con una ricerca online.
  • Si compra anche con il cellulare. Le persone che fanno acquisti sia sul mobile che nei negozi fisici spendono di più.  A mano a mano che i negozi saranno ottimizzati e offriranno applicazioni per gli acquisti online, questa tendenza crescerà.
  • Continua la ricerca del prezzo più basso. I consumatori stanno usando strumenti per monitorare automaticamente i prezzi. Ci sono applicazioni che consigliano quando acquistare in base alle tendenze quotidiane dei prezzi. I consumatori controllano i prezzi nei negozi fisici e comprano online anche da dentro il negozio.
  • Gli acquirenti vogliono subito il loro acquisto. Se compri online vuoi che la merce sia spedita il giorno stesso ed il tempo di attesa è di due giorni.  Amazon Prime ha creato un mostro per i rivenditori online, con la sua spedizione entro i due giorni lavorativi. I grandi retailer globali stanno rispondendo con la consegna in negozio.
  • I consumatori chiedono reso gratuito e nessuna spesa di spedizione. Non solo i clienti vogliono che tu spedisca gli ordini gratis, ma nemmeno vogliono pagare il trasporto di ritorno, se a loro non piace un prodotto. Questa tendenza aumenterà continuamente.
  • I consumatori chiedono flessibilità di pagamento. Se offri solo pagamenti con carta di credito nel tuo negozio, rischi di avere poco futuro. I consumatori amano PayPal e ci sono nuove scelte che verranno ad aggiungersi. Il modo delle transazioni POS in negozio e online sta cambiando velocemente e stanno entrando nuovi ed agguerriti competitori.
  • I consumatori vogliono conoscere cosa comperano gli amici . Gli acquirenti vogliono conoscere le valutazioni dei loro amici. Facebook, Pinterest, Wanelo, Fab, Fancy sono tutti strettamente integrati con il social shopping. Ancora una volta, questa tendenza è in aumento. È sempre esistita per negozi fisici ed oggi invade tutto lo spazio di vendita.
  • I consumatori vogliono coerenza. I consumatori vogliono che l’esperienza di shopping sia sempre la stessa, indipendentemente dal canale. Commercio omnicanale (omnichannel commerce) è semplicemente la risposta ai consumatori che vogliono essere in grado di ordinare online lo stesso prodotto che hanno visto in negozio allo stesso prezzo o ad un prezzo inferiore.
  • La provenienza della merce è indifferente. AI consumatori non importa da dove arriva la merce. A loro non importa da dove tu debba spedire. La cosa importante è che la merce arrivi in due giorni, in alternativa si compera da Amazon.
  • L’esperienza online deve essere positiva. Il tuo sito web carica in tre secondi? Potrebbe non essere abbastanza veloce per i consumatori di oggi. Una volta che sono in negozio, vogliono una buona ricerca e una navigazione precisa. Vogliono che il negozio sia ottimizzato per il dispositivo, ma chiedono anche che tutti i contenuti – descrizioni, recensioni, valutazioni, immagini – siano esaustive, comprensibili, leggibili, veritiere.
  • I consumatori cercano esperienza senza soluzione di continuità. Se un consumatore inizia il carrello sul suo smartphone, vuole accedere a quello stesso carrello su un altro dispositivo, qualora decidesse di acquistare in un momento diverso.
  • Coupon online. Tornano i coupon. Le offerte giornaliere potrebbero essere alla fine. La ricerca online per i tagliandi è popolare come la ricerca del prezzo più basso. Il couponing sta molto nel consumatore anglosassone, ma l’offerta unica ed esclusiva, il deal immediato e la vendita a tempo hanno ancora molto da dire in Europa.
  • Showrooming e ricerca nel negozio. Chiamiamo showrooming la ricerca con lo smartphone nel negozio, ma non è nulla di diverso dall’entrare in un punto vendita e confrontare i prezzi prima di decidere. La tecnologia amplia le opportunità di fare acquisti migliori e di comprare ad un prezzo più basso.
  • Le liste dei desideri e le liste di acquisto.  Invece di carte regalo impersonali o di regali indesiderati, molto meglio creare delle liste di articoli per salvare e condividere le idee regalo. Questo va al di là dei matrimoni, dei compleanni e delle ricorrenze…

 


Commenti 2

Back to top