NEWS

0

Aquattro promuove l’affido familiare.

campagna-affido

“Offresi impegno a tempo determinato, con benefits emozionanti”: è questo lo slogan che campeggia, su affissioni, totem e maxischermi presenti in tutta la città di Padova, insieme ai volti di bambini e ragazzi. Volti che hanno riconquistato il sorriso grazie al calore di una nuova famiglia temporanea: è la nuova campagna lanciata dall’Associazione Genitorialità di Padova per promuovere l’istituto dell’affido familiare, firmata da Aquattro e P.R.Consulting e finanziata con il contributo di APS Advertising nell’ambito del Concorso ”Comunica il volontariato”.

L’Associazione “Genitorialità” di Padova è stata fondata nel 2004 da psicologi, psicoterapeuti, psicopedagogisti ed educatori professionali, come esito del primo Master universitario in “Genitorialità” dell’Università di Padova diretto dalla Prof. Maria Grazia Fava Vizziello, per promuovere il tema della genitorialità nella cultura sociale e in particolare nel settore dei servizi alla persona.

“Il nostro obiettivo principale – afferma la Presidente Maria Isabella Robbiani, psicologa esperta in perinatalità e genitorialità – é sensibilizzare le persone alla genitorialità come intervento a favore della salute e del benessere della famiglia. Con i suoi 10 anni di attività, l’Associazione Genitorialità ha al suo attivo più di 50 progetti, bandi regionali ed europei, ricerche e 260 soci, almeno 20 dei quali attive ogni giorno in modo gratuito e volontario”.

“Quando abbiamo iniziato a lavorare su questa campagna – commenta Diego Illetterati, titolare dell’agenzia Aquattro che insieme a P.R.Consulting ha curato il concept della campagna – ci siamo subito resi conto del fatto che la gran parte delle persone non sa che l’affido è molto diverso dall’adozione, perché permette alle famiglie di dedicare anche solo poche ore al giorno.

E su questo abbiamo costruito la campagna, utilizzando un linguaggio verbale tipico delle offerte di lavoro, perché comunque, a parte tutto, si tratta di un impegno importante, che va portato avanti con serietà e determinazione. In cambio le famiglie non riceveranno un riconoscimento economico, ma delle grandi emozioni, come quella di accompagnare nella crescita dei bambini o dei ragazzi in una seconda famiglia alla quale fare riferimento”.

“Anche per le organizzazioni del non profit – spiega Mariapaola La Caria, Presidente dell’agenzia di relazioni pubbliche P.R.Consulting – la comunicazione è diventata un asset strategico fondamentale: non basta più fare e fare bene, ma è necessario anche farlo sapere. In questo caso la campagna ha l’obiettivo di far percepire con immediatezza la forte componente emotiva racchiusa nel dono reciproco di una famiglia e il valore del lavoro che l’Associazione porta avanti”.


Back to top